Autostrade del Mare: è prossima la partenza

I tempi per far partire le Autostrade del Mare sono maturi, sia perchè è in arrivo uno stanziamento di 230 milioni da parte del governo sia perchè c'è la tendenza ad uno spostamento del traffico su ferrovia e traghetti provocato dalla patente a punti.
Lo ha rimarcato a Genova l'amministratore delegato di Rete Autostrade Mediterranee, Fabio Capocaccia che ha illustarto i piani della società ai rappresentanti delle 40 regioni marittime europee dell'Amrie spiegando che “la cabina di regia pubblica creata dal governo è indispensabile per definire il piano generale delle Autostrade del Mare”. “Le proposte infrastrutturali sono tante e certe volte contrapposte – ha spiegato Capocaccia – per cui è importante che ci sia una regia pubblica. La Commissione Ue la ritiene interessante – ha detto ancora – e alcuni commissari hanno detto che può essere un esempio da seguire”.
Per quanto riguarda il tarffico merci su rotaia, Capocaccia ha evidenziato che nel primo semestre 2003 questo era in diminuzione mentre nel secondo, “dopo l'introduzione della patente a punti, ha compensato la perdita e ha segnato un aumento del 6% complessivo”.
Per quanto riguarda gli incentivi, Capocaccia ha annunciato che “appena il provvedimento sarà esecutivo, si spera nella prossime settiamne, i fondi andranno direttamente agli autotrasportatori che potranno avere uno sconto sulla tratta marittima di circa il 20-30%. Gli sconti varranno sia per chi usa già oggi le linee esistenti, utilizzate solo al 55%, sia per quelle nuove”.

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento