Genova, le priorità dell'autotrasporto: più sicurezza e un autoparco a Campi

Danilo Guida ha già individuato le priorità, il nuovo Presidente dell'albo degli autotrasportatori di Genova vuole sfruttare al massimo le possibilità di azione di questo ente pubblico che racchiude ben quindici soggetti. Una struttura molto articolata che comprende rappresentanti di motorizzazione, Prefetture, Agenzia delle entrate, Camera di commercio e associazioni di categoria. Una sfida che si pone obiettivi precisi e importanti, Guida (consigliere nazionale e vice presidente regionale Fai) ha tracciato la lista dei programmi da raggiungere. La sicurezza occupa un posto di eccellenza nel programma che vuole costruire il nuovo Presidente con tutti i componenti dell'albo genovese. Si vuole dare vita a proposte che possano sensibilizzare gli addetti ai lavori e le istituzioni sul tema sicurezza che dovrebbe comprendere inoltre il tema riguardante le infrastrutture.

Il riferimento ai problemi di Lungomare Canepa è inevitabile, la valvola di sfogo per il traffico “pesante” e privato richiede un intervento urgente. Disagi e difficoltà sono causati anche dall'assenza di un autoparco: realizzare un'area che fornisca assistenza agli autotrasportatori porterebbe ad impatti estremamente positivi per tutta la viabilità: in tal modo, circa 500 automezzi potrebbero avere un posto dove sostare e si assicurerebbero anche adeguati servizi agli autisti.

Proposte e idee che fanno sperare gli autotrasportatori, a breve inizieranno i contatti con l'Autorità portuale: a Palazzo San giorgio è già stato avviato un progetto esecutivo per questo autoparco.

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento