Realizzare Ente unico previdenza dei trasporti

Realizzare al più presto un Ente unico di previdenza dei Trasporti, che assicuri gli addetti al trasporto marittimo e aereo e chi svolge attività assimilabili, come gli addetti alla itticoltura o alla navigazione fluviale interna. È l’obiettivo dell’Ipsema, l’istituto previdenziale dei marittimi, sottolineato dal presidente dell’organo di indirizzo e vigilanza dell’ente, Giancarlo Fontanelli, nel presentare, a Genova, le linee che impegneranno l’Ente per i prossimi quattro anni.
«Considerato, ad esempio, – ha continuato Fontanelli – lo sviluppo della navigazione da diporto, anche con finalità sportive, l’Ipsema potrebbe estendere la assicurazione anche ai proprietari delle imbarcazioni e al personale addetto». Premessa per la concretizzazione del progetto – ha affermato Fontanelli – è l’equilibrio gestionale dell’ Ente. «Va pienamente riconosciuta all’Ipsema – ha continuato – la piena responsabilità per le funzioni medico legali e di medicina del lavoro sia per la gestione istituzionale dell’assicurazione infortuni e medicina del lavoro, sia per le malattie comuni. Bisogna dunque rimuovere al più presto l’anomalia per cui l’Ipsema corrisponde prestazioni in base a valutazioni professionali di soggetti esterni».

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento