Turisti e navi, Trieste si interroga

Bucci: “Favorire il dialogo fra porto, compagnie e operatori”

 

Dopo aver richiamato nuove linee da crociera e attirato in città compagnie di livello internazionale, Trieste lavora adesso per incrementare i flussi turistici e rivolge uno sguardo particolare al Nord e all'Est Europa. A questo scopo si terrà a fine mese (29-30 novembre) il workshop “Cruise Trieste, the gateway for the heart of Europe”, appuntamento che raccoglierà alla stazione Marittima – futura sede delle operazioni di imbarco e sbarco passeggeri – più di 40 tour operator provenienti dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia, ma anche dall'Ungheria, dalla repubblica Ceca, dall'Ucraina e dalla Russia. E' attesa anche una delegazione dei paesi scandinavi con rappresentanti provenienti dalla Danimarca, dalla Finlandia e dalla Norvegia. L'iniziativa è promossa dall'Assessorato comunale al turismo, sostenuta dall'Autorità portuale, e si svolge in collaborazione Costa crociere Spa, società del gruppo Carnival corporation & plc, che ha scelto il capoluogo giuliano come uno dei suoi home port dell'Adriatico.

 

“Siamo fermamente convinti che chi si occupa del comparto crocieristico non debba solo pensare di avviare nuove linee – spiega Maurizio Bucci, assessore al turismo del Comune di Trieste – ma debba creare le condizioni operative e logistiche ottimali e stringere sinergie per garantire un supporto a quelle compagnie che hanno creduto nella città. Il workshop è un esempio concreto di questo sforzo, che punta a far conoscere Trieste, una città che si affaccia sulla nuova Europa, le cui potenzialità sono in sintonia e non in competizione con il vicino scalo di Venezia”. Nella prima delle due giornate, il convegno si concentrerà propria sulla presentazione della città sotto il profilo turistico e dell'accoglienza alberghiera. “La posizione strategica che deriva proprio dalla nostra collocazione geografica e l'offerta al turista crocierista – spiega Edgardo Bussani, direttore del settore economico del comune di Trieste – sono gli argomenti che tratteremo nella prima giornata di lavori insieme alla presentazione di un pacchetto di escursioni pre e post crociera”.

 

E' in programma un incontro-dibattito con gli operatori del settore per individuare le capacità ricettive della città. Nella seconda giornata si concentreranno le relazioni tecniche tenute dai vertici del marketing della Costa che verteranno, tra l'altro, sullo sviluppo che il settore croceristico sta avendo a livello internazionale, e sul ruolo di Trieste quale home port della Costa rispetto al mercato turistico di quest'area geografica. Pronto a fare sistema anche l'aeroporto regionale di Ronchi dei Legionari (Go), punto di riferimento indispensabile per quei turisti che non possono raggiungere Trieste via terra. Alcuni responsabili dello scalo saranno presenti alla due giorni triestina, presentando l'attività della struttura compresi i nuovi voli con il Nord Europa che nel 2006, da maggio a settembre, collegheranno la regione all'area scandinava e non solo.

 

La linea settimanale di voli charter prevede arrivi e partenze da Copenaghen, Oslo, Goteborg, Helsinki e Stoccolma. Lo scalo aeroportuale gioca un ruolo chiave anche per i turisti provenienti dall'est Europa, area verso la quale sono già stati attivati nelle passate stagioni collegamenti aerei che hanno riscosso un certo successo. Al workshop triestino sono presenti anche i responsabili di due società russe – la Mondotours e la Lanta tours – già coinvolte nei voli charter che collegano l'aeroporto regionale a Mosca e che ora potrebbero mettere a punto pacchetti turistici particolarmente interessanti, abbinando il volo alla crociera. La stagione delle crociere, nella quale si stima l'arrivo di circa 51mila passeggeri, si apre ufficialmente il 10 aprile del 2006. Sono circa 40 le toccate di navi nel periodo aprile – novembre. Tra le compagnie, che hanno scelto Trieste, oltre alla Costa, c'è la tedesca Holiday Kreuzfahrten, l'inglese Thomson Cruises, la Transocean Tour e la Cunard che il 30 settembre tornerà con la Queen Elisabeth 2.


Carla Ciampalini

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento