Canada, sulla security le mani<br>della criminalità organizzata

La commissione del Senato preposta alla supervisione della difesa e sicurezza nazionale lancia l'allarme sulla carenza di security che caratterizza i porti del Canada. La commissione afferma che «i porti canadesi vengono utilizzati dal crimine organizzato per muovere merce di contrabbando e, in particolare, droghe illegali. Storicamente i porti più grandi del paese – Vancouver, Montreal e Halifax – hanno rappresentato la base per le organizzazioni criminali». Il rapporto evidenzia anche buchi nell'organizzazione della security portando come esempio la bassa percentuale di container controllati dagli ufficiali, i perimetri portuali scarsamente difesi, la non preparazione delle forze dell'ordine a trattare con il crimine organizzato e i ritardi nei corsi di aggiornamento.

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento