Giallo “esplosivo” ad Ankara mentre la Turchia aderisce all'Adr

Un caso da film di spionaggio con un carico di armi che attraversa Ankara su un camion fa discutere la Turchia proprio mentre il paese aderisce al regolamento internazionale Adr che regola il trasporto di merci pericolose. La stampa turca ha raccontato la vicenda di un camion civile su cui la polizia ha trovato armi e granate destinate all'esercito turco. L'esercito si è giustificato dicendo che in questo modo il trasporto era più sicuro e meno esposto ad attacchi. E' così emerso che altri 12 camion civili avrebbero trasportato armi nella capitale turca in passato. Ernail Hayırlı, un esperto turco di sicurezza dei trasporti, ha detto che secondo le norme Adr, a cui la Turchia d'ora in poi dovrà sottostare, i carichi di munizioni dovrebbero viaggiare con una scorta di polizia e su camion guidati da autisti in possesso di una patente speciale. La Turchia è il 47esimo paese che aderisce all'Adr.

www.unece.org , www.trasportoeuropa.it, www.todayszaman.com