Proseguono le trattative con PSA per la gestione di un nuovo container terminal nel porto di East Port Said

Lo ha confermato Mohab Mameesh (Suez Canal Authority) precisando che ci sono anche altri interlocutori, tra cui la cinese COSCO

Proseguono le trattative con il gruppo terminalista PSA di Singapore per la progettazione, costruzione e gestione di un nuovo container terminal nell’area portuale orientale del porto di Port Said, posto allo sbocco sul Mediterraneo del canale di Suez. Lo ha assicurato ieri il viceammiraglio Mohab Mameesh, presidente e amministratore delegato della Suez Canal Authority (SCA), smentendo voci secondo cui sarebbero cessati i negoziati con il gruppo asiatico, il cui avvio risale alla fine del 2015 quando PSA ha siglato con Mameesh un memorandum of understanding con lo scopo di realizzare e operare un nuovo terminal per contenitori nello scalo portuale egiziano.
Mameesh ha tuttavia precisato che SCA ha in corso contatti anche con altri gruppi armatoriali e terminalisti per la gestione di banchine nel porto di East Port Said, tra cui quelli con il gruppo armatoriale cinese COSCO Shipping.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento