Nel 2016 il risultato economico netto del gruppo terminalista DP World è cresciuto del +18,9%

I ricavi sono stati pari a 4,23 miliardi di dollari (+4,7%)

Nel 2016 il gruppo terminalista DP World di Dubai ha registrato una crescita dei risultati economici grazie soprattutto alle performance ottenute nella prima metà dell’anno, mentre relativamente al traffico containerizzato movimentato dai terminal portuali del gruppo, che nell’intero 2016 ha raggiunto la quota record di 63,6 milioni di teu, l’aumento del volume di traffico movimentato nel secondo semestre, che è stato pari a +3,8%, è risultato superiore all’incremento del +2,5% segnato nei primi sei mesi dell’anno.
DP World ha archiviato l’esercizio annuale 2016 con ricavi pari a 4,23 miliardi di dollari, con un rialzo del +4,7% rispetto a 4,04 miliardi di dollari nell’esercizio precedente. L’EBITDA rettificato è ammontato a 2,26 miliardi di dollari (+17,4%), l’utile operativo a 1,71 miliardi di dollari (+16,7%) e l’utile netto a 1,15 miliardi di dollari (+18,9%).
Nel solo secondo semestre del 2016 il gruppo terminalista mediorientale ha totalizzato ricavi pari a 2,10 miliardi di dollari, con una progressione del +1,0% sulla prima metà del 2015. EBITDA rettificato e utile operativo sono aumentati rispettivamente del +8,3% e del +4,4% attestandosi a 1,09 miliardi e 808 milioni di dollari. L’utile netto è stato pari a 535 milioni di dollari (-3,7%).
Circa le prospettive per l’esercizio 2017, il sultano Ahmed Bin Sulayem, presidente e amministratore delegato di DP World, ha spiegato che, «se è previsto che il 2017 sarà un altro anno di difficoltà per i traffici globali, noi – ha precisato – abbiamo avuto un inizio d’anno incoraggiante e riteniamo di continuare ad ottenere una crescita dei volumi superiore a quella del mercato».
A fine 2016 i terminal di DP World avevano una capacità di traffico annua lorda pari a 84,6 milioni di teu (42,4 milioni di teu la sola capacità dei terminal che ricadono entro il perimetro di consolidamento del gruppo). A fine 2017 la capacità lorda salirà a circa 89 milioni di tu e quella consolidata a circa 50 milioni di teu.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento