Nuovi servizi ferroviari collegano i porti tedeschi del Mare del Nord con l’Europa sud-orientale

Iniziative dell’austriaca Roland Spedition e della tedesca Eurogate Intermodal

Nuovi servizi ferroviari e intermodali collegano i porti tedeschi del Mare del Nord con i mercati della Germania meridionale, dell’Austria, dell’Europa sud-orientale e del Bosforo. La casa di spedizioni austriaca Roland Spedition, specializzata nella logistica dei container, ha annunciato l’avvio di un nuovo servizio, realizzato in collaborazione con la Roland Umschlaggesellschaft di Brema, che dall’inizio di questo mese collega i porti di Wilhelmshaven e di Brema/Bremerhaven con Norimberga (solo in import) e i terminal austriaci di Enns, Linz, Vienna e Graz. Il servizio ha una frequenza di due partenze/arrivi alla settimana da e per il porto di Brema, mentre il porto di Wilhelmshaven è collegato con la stessa frequenza dalla Roland Umschlag con treno shuttle.
Roland Spedition ha specificato che il nuovo collegamento è stato attivato per cogliere le opportunità offerte dall’inserimento del porto tedesco di Wilhelmshaven nel network di servizi della Ocean Alliance, la nuova alleanza armatoriale costituita dalla compagnia francese CMA CGM, dalle cinesi COSCON e OOCL e dalla taiwanese Evergreen che è diventata operativa sabato scorso.
Inoltre il gruppo terminalistico e logistico tedesco Eurogate, che gestisce il container terminal Eurogate Container Terminal Wilhelmshaven del porto di Wilhelmshaven (JadeWeserPort), ha annunciato un potenziamento del proprio network di servizi intermodali che, attraverso l’hub di Monaco di Baviera, collegano i tre porti tedeschi di Wilhelmshave, Brema/Bremerhaven ed Amburgo con i porti dell’Europa meridionale (La Spezia, Genova, Trieste e Koper), gli Stati balcanici e la Turchia. In particolare, la filiale Eurogate Intermodal (EGIM) ha attivato due collegamenti ferroviari settimanali con treno blocco tra Monaco e Budapest. Dal terminal ferroviario della capitale ungherese si sta intanto ulteriormente estendendo la rete di servizi della EGIM: «pochi mesi fa – ha specificato l’amministratore delegato di Eurogate Intermodal, Lars Hedderich – abbiamo introdotto un collegamento da Budapest a Nyribator, nell’Ungheria orientale, con l’intento di ampliare il nostro mercato verso l’Ungheria e la Romania». Inoltre il network di EGIM si estende sino al Vicino Oriente toccando Istanbul: «il collegamento ferroviario da Budapest alla Turchia – ha sottolineato Hedderich – costituisce un’affidabile alternativa alle tradizionali spedizioni via camion e traghetto e c’è un’elevata domanda da parte dei clienti di collegamenti ferroviari con la Turchia».

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento