La Commissione Europea ha autorizzato la concentrazione tra Hamburg Süd e Maersk Line

Impegno a porre termine alla partecipazione della compagnia tedesca ai cinque consorzi Eurosal 1/SAWC, Eurosal 2/SAWC, EPIC 2, CCWM/Medandes e MESA

La Commissione Europea ha approvato il piano di acquisizione del ramo del trasporto marittimo containerizzato della tedesca Hamburg Süd, che è la nona compagnia mondiale di questo settore per capacità di carico della sua flotta di 130 portacontainer, da parte della società armatoriale danese Maersk Line, che è la compagnia leader mondiale del settore con una flotta di 611 portacontainer, autorizzandolo a patto che vengano soddisfatte alcune condizioni.
Il progetto di concentrazione è stato annunciato alla fine dello scorso anno ed è stato notificato alla Commissione lo scorso 20 febbraio. Per rispondere alle preoccupazioni della Commissione Europea in tema di concorrenza, la danese Maersk si è impegnata a porre termine alla partecipazione della Hamburg Süd a cinque consorzi armatoriali, ovvero il consorzio Eurosal 1/SAWC, che copre le rotte tra il Nord Europa e l’America Centrale e i Caraibi, l’Eurosal 2/SAWC, che riguarda i collegamenti tra il Nord Europa e la costa occidentale del Sud America, l’EPIC 2, che copre i servizi tra il Nord Europa e il Medio Oriente, il CCWM/Medandes, relativo alle rotte tra il Mediterraneo e la costa occidentale del Sud America, e il consorzio MESA, che si occupa dei servizi tra il Mediterraneo e la costa orientale del Sud America.
Per la Commissione, la nuova concentrazione tra Maersk Line e la compagnia di navigazione di Amburgo avrebbe infatti il potere di esercitare un’influenza sui parametri chiave della concorrenza relativamente a questi collegamenti marittimi, parametri tra i quali la capacità di carico relativa a grande parte di questi mercati.
Secondo Bruxelles, tuttavia, gli impegni proposti dalla compagnia danese sono sufficienti ad «eliminare completamente i problematici legami tra Maersk Line e i consorzi della Hamburg Süd che l’operazione avrebbe determinato».
Alla Hamburg Süd sarà consentito di continuare a partecipare ai cinque consorzi durante il periodo di preavviso, ma un fiduciario sarà incaricato di controllare che durante questo periodo nessuna informazione che potrebbe essere utilizzata per scopi anticoncorrenziali verrà scambiata tra i cinque consorzi e la nuova concentrazione tra Maersk Line e Hamburg Süd.
La Commissione Europea non ha invece riscontrati particolari preoccupazioni per la concorrenza relativamente ad altri campi in cui operano le due compagnie, in considerazione sia dei collegamenti limitati tra Maersk Line e Hamburg Süd nei settori dello short sea shipping e dei servizi tramp, dei servizi di linea (sulle rotte in cui non operano i cinque consorzi) e dei terminal portuali per la movimentazione dei container, nonché nei comparti del rimorchio portuale, delle spedizioni, della fabbricazione di container e dei trasporti terrestri sia in considerazione dei numerosi altri fornitori di servizi che operano in questi mercati.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento