Il gruppo portuale cinese CMPort comprerà il 90% della brasiliana Terminal de Contêineres del Paranaguá

La transazione, che rappresenterà lo sbarco dell’azienda di Hong Kong sul continente americano, avrà un valore di circa 920 milioni di dollari

Si sono concluse positivamente le trattative condotte dal gruppo portuale China Merchants Port Holdings Co. (CMPort) per acquisire una partecipazione nella brasiliana Terminal de Contêineres del Paranaguá (TCP), società che gestisce il secondo container terminal brasiliano nel porto di Paranaguá con un contratto di concessione con scadenza nel 2048.
Secondo le anticipazioni della stampa brasiliana di qualche mese fa, il gruppo cinese avrebbe trattato l’acquisizione della partecipazione detenuta indirettamente nell’azienda terminalista dal fondo statunitense Advent International, quota pari al 50% del capitale della società latinoamericana e che – aveva reso noto nei giorni scorsi la brasiliana TCP Participações, azienda che detiene direttamente il 100% del capitale dell’impresa terminalista – avrebbe avuto un valore di circa un miliardo di dollari.
CMPort e TCP Participações hanno reso noto di aver siglato un accordo in base al quale il gruppo cinese acquisirà il 90% del capitale azionario della TCP, quota costituita da 7.611.333 azioni ordinarie, per 2,9 miliardi di real (920 milioni di dollari).
A conclusione dell’operazione il restante 10% del capitale di TCP Participações sarà suddiviso tra le brasiliane Soifer Participações Societárias S.A., Pattac Empreendimentos e Participações S.A. e Tuc Participações Portuárias S.A.
Specificando le motivazioni della transazione, le parti hanno spiegato che negli ultimi anni China Merchants Port sta portando avanti un aggressivo piano di espansione internazionale e un passo importante di questo programma è l’ingresso in un’importante regione emergente come quella dell’America Latina. In tale ambito il Brasile, che è uno dei paesi economicamente più importanti del continente sudamericano, costituisce il punto di ingresso ideale per lo sviluppo di una piattaforma per il business di CMPort nella regione.
Attualmente il Terminal de Contêineres del Paranaguá, che ha tre banchine per un totale di 879 metri lineari di accosti con profondità del fondale di -12,3 metri, ha una capacità di traffico containerizzato annua pari a 1,5 milioni di teu che sarà in futuro elevata a 2,4 milioni di teu con l’attuazione di opere di ampliamento del terminal che, secondo le previsioni, saranno avviate entro la fine di quest’anno per essere portate a termine nella seconda metà del 2019.
Lo scorso anno il terminal TCP ha movimentato 760mila teu rispetto a 820mila teu nel 2015.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento