L’ART avvia una consultazione pubblica sull’accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture portuali

Osservazioni e proposte dovranno essere inviate entro il 2 febbraio

L’Autorità di Regolazione dei Trasporti ha annunciato oggi l’avvio di una consultazione pubblica su “Metodologie e criteri per garantire l’accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture portuali” per la quale i soggetti interessati possono formulare osservazioni e proposte entro il prossimo 2 febbraio. Inoltre l’ART ha convocato per l’8 febbraio alle ore 11,00, presso la sede dell’Autorità a Torino, un’audizione al fine di consentire ai partecipanti alla consultazione che ne facciano richiesta di illustrare le proprie osservazioni e proposte dinanzi al consiglio dell’Autorità.
L’avvio della consultazione pubblica si inserisce nell’ambito del procedimento regolatorio attivato dall’ART con delibera n. 40/2017 del 16 marzo 2017 riguardante l’adozione di un atto di regolazione contenente il quadro metodologico ed i criteri da applicarsi all’intero sistema nazionale della portualità per garantire l’accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture portuali.
Ai partecipanti alla consultazione si richiede in particolare di fornire osservazioni e proposte sui temi delle concessioni di aree e banchine portuali, delle autorizzazioni allo svolgimento delle operazioni e dei servizi portuali, della vigilanza sulle tariffe delle operazioni e dei servizi portuali e sulle procedure di verifica sui meccanismi incentivanti correlati ai canoni concessori e sui criteri di contabilità regolatoria per la verifica delle tariffe di operazioni e servizi portuali che presuppongono l’utilizzo di infrastrutture essenziali.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento