Nei primi sei mesi di quest’anno il traffico dei container nel porto di Los Angeles è calato del -3,9%

primo semestre del 2018 molti dei principali porti container mondiali hanno stabilito il proprio nuovo record semestrale di traffico, mentre nel periodo il porto di Los Angeles ha registrato un calo del -3,9% dei contenitori movimentati che sono stati pari a 4,3 milioni di teu rispetto a quasi 4,5 milioni di teu nei primi sei mesi del 2017. Il volume di traffico realizzato dal porto californiano nella prima metà di quest’anno risulta quindi non solo inferiore al record semestrale assoluto segnato nel secondo trimestre del 2017 con quasi 4,9 milioni di teu, ma anche inferiore rispetto ad un totale semestrale registrato prima della crisi economica mondiale del 2008-2009, ovvero a quello di 4,6 milioni di teu della seconda metà del 2006.
Nei primi sei mesi di quest’anno gli sbarchi e gli imbarchi di container pieni nel porto di Los Angeles sono diminuiti rispettivamente del -1,1% e del -3,1% scendendo a 2,2 milioni di teu e 952mila teu. La movimentazione di contenitori vuoti è calata del -9,4% a 1,1 milioni di teu circa.
Nel solo secondo trimestre del 2018 il porto ha movimentato quasi 2,2 milioni di teu, con una flessione del -2,0% sul periodo aprile-giugno dello scorso anno. I container pieni allo sbarco sono ammontati a 1,1 milioni di teu (-0,7%) e quelli all’imbarco a 481mila teu (+1,7%). I container vuoti sono stati 567mila (-7,3%).
Nel solo mese di giugno di quest’anno il traffico totale è stato di 723mila teu, con un calo del -1,1% sul giugno 2018, di cui 383mila container pieni allo sbarco (+2,9%), 148mila container pieni all’imbarco (+1,4%) e 193mila container vuoti (-9,7%).

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento