A Rotterdam aumentano i container a fronte di una diminuzione degli altri traffici portuali

Nella prima metà del 2018 il traffico delle merci movimentato dal porto di Rotterdam è diminuito del -2,2%, flessione che è stata generata dalla contrazione dei volumi movimentati in tutti i segmenti d’attività dello scalo olandese ad eccezione di quello dei container. Complessivamente il traffico è ammontato a 232,8 milioni di tonnellate rispetto a 237,9 milioni di tonnellate nei primi sei mesi del 2017, con i carichi allo sbarco che si sono attestati a 160,6 milioni di tonnellate (-3,4%) e quelli all’imbarco a 72,1 milioni di tonnellate (+0,6%).
Il totale del traffico containerizzato è stato pari a 73,7 milioni di tonnellate (+5,9%) ed è stato realizzato con una movimentazione dei contenitori pari a 7.077.406 teu (+6,2%), con un traffico che nel solo mese di maggio ha raggiunto il nuovo record mensile di 1.242.000 teu. Nel segmento delle altre merci varie è stata registrata una diminuzione del -1,1% con un totale di 15,1 milioni di tonnellate movimentate, di cui 12,0 milioni di tonnellate di rotabili (+2,4%) e 3,1 milioni di tonnellate di altri carichi (-12,6%).
Più accentuato il calo delle rinfuse liquide che si sono attestate a 107,0 milioni di tonnellate (-4,3%), con 50,7 milioni di tonnellate di petrolio grezzo (-7,6%), 40,3 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi (-4,8%), 2,0 milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto (+123,2%) e 14,0 milioni di tonnellate di altre rinfuse liquide (+2,0%). Nel comparto delle rinfuse secche sono state movimentate 37,0 milioni di tonnellate (-10,5%), di cui 14,1 milioni di tonnellate di minerale di ferro e rottami (-10,1%), 12,3 milioni di tonnellate di carbone (-11,9%), 5,2 milioni di tonnellate di rinfuse agricole (-7,0%) e 5,3 milioni di tonnellate di altre rinfuse (-11,3%).
Nel solo secondo trimestre di quest’anno il traffico complessivo è calato del -3,1% a 115,0 milioni di tonnellate rispetto a 118,7 milioni di tonnellate nel periodo aprile-giugno del 2017. Il traffico containerizzato è cresciuto del +7,2% a 37,8 milioni di tonnellate con una movimentazione dei container che è stata pari a 3.607.406 teu (+6,4%). In rialzo (+2,8%) anche le altre merci varie, con i rotabili che hanno totalizzato 6,2 milioni di tonnellate (+3,7%) e le altre merci 1,7 milioni di tonnellate (-0,4%). Nel settore delle rinfuse liquide sono state movimentate 51,1 milioni di tonnellate (-9,0%), di cui 25,3 milioni di tonnellate di petrolio grezzo (-10,4%), 17,5% di prodotti petroliferi raffinati (-14,9%), 1,3 milioni di tonnellate di GNL (+95,7%) e 7,0 milioni di tonnellate di altri carichi liquidi (+4,5%). Le rinfuse solide sono ammontate a 18,2 milioni di tonnellate (-7,2%), con 7,0 milioni di tonnellate di minerale di ferro e rottami (-10,6%), 5,8 milioni di tonnellate di carbone (-2,9%), 2,6 milioni di tonnellate di rinfuse agricole (-4,0%) e 2,7 milioni di tonnellate di altre rinfuse secche (-9,7%).

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento