Tre consorzi in gara per la realizzazione del primo porto secco in Egitto

Tra i partecipanti, i due gruppi terminalisti PSA e DP World
Tre consorzi hanno manifestato interesse alla costruzione del nuovo porto secco nei pressi del Cairo, progetto denominato “6th of october dry port” che prevede un investimento complessivo di 100 milioni di dollari. Il ministero egiziano delle Finanze ha reso noto che proposte sono giunte da un consorzio costituito dall’indiana Container Corporation of India, dall’egiziana Hassan Allam Holding e dalla singaporiana Psa Corporation, da un consorzio formato dalla Dp World di Dubai e dall’egiziana Holding Company for Maritime & Land Transport e da un terzo consorzio guidato dall’egiziana Elsewedy Electric che include la Schenker Egypt, filiale egiziana del gruppo tedesco Db Schenker, e l’egiziana 3A International.
Il dicastero ha precisato che le tre alleanze sono già state ammesse a partecipare al progetto di partenariato pubblico-privato che verrà realizzato su un’area di 100 ettari. Secondo le previsioni, le offerte tecniche e finanziarie saranno presentate il prossimo maggio. Il contratto per la realizzazione e gestione del porto secco, che opererà principalmente a servizio dei porti marittimi di Alessandria e El Dekheila, avrà una durata massima di 30 anni, al termine del quale la proprietà del progetto tornerà allo Stato.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento