Il porto di Koper potenzierà la propria capacità di traffico di rotabili

In programma la costruzione di una banchina ro-ro e di nuovi binari ferroviari
Il porto di Koper costruirà una nuova banchina per navi ro-ro e nuove tracce ferroviarie a servizio dell’area nord-orientale dello scalo che è dedicata ai traffici di auto e altri rotabili e che è l’unica del porto a non avere accesso alla rete ferroviaria. L’investimento previsto ammonta ad un totale di 12 milioni di euro e godrà di un cofinanziamento fino al 30% del valore nell’ambito del progetto europeo CarEsmatic che ha lo scopo di incrementare l’utilizzo delle autostrade del mare per il trasporto di auto nuove di fabbrica nel Mediterraneo.
L’autorità portuale Luka Koper ha aggiudicato alla slovena Kolektor CPG la gara per la costruzione dei nuovi binari ferroviari, che, secondo le previsioni, saranno operativi all’inizio del 2020. Il progetto prevede la costruzione di quattro binari paralleli della lunghezza di 700-1.000 metri e di rampe di sollevamento idrauliche a ciascuna estremità dei binari per consentire il carico e lo scarico dei veicoli.
Inoltre Luka Koper ha avviato una procedura di gara per la realizzazione della nuova banchina ro-ro, inclusi lavori di dragaggio dei fondali circostanti. Secondo le previsioni, l’approdo verrà completato nel primo trimestre del 2020. Successivamente è prevista anche la costruzione di un pontile a servizio dell’esercito sloveno.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento