Uiltrasporti annuncia una prossima azione di protesta nei porti italiani

Odone: le compagnie di shipping stanno colonizzando le banchine italiane senza un controllo pubblico adeguato
Uiltrasporti ha annunciato oggi una prossima azione di mobilitazione nei porti italiani. «La portualità italiana – ha denunciato il segretario nazionale dell’organizzazione sindacale Marco Odone nel corso dell’attivo dei quadri e delegati sindacali Uiltrasporti dei porti liguri in corso a Genova – sta vivendo un momento di grande vulnerabilità a causa della assenza di regia da parte del governo e per via delle politiche aggressive delle compagnie di shipping, che stanno colonizzando le banchine italiane senza un controllo pubblico adeguato». «La situazione ligure – ha confermato il segretario generale Liguria, Roberto Gulli – ben esemplifica quanto sta accadendo nel paese, in cui si sta pagando la mancanza di politiche adeguate per la mancata attuazione della riforma della governance e del correttivo porti».
«A ciò – ha sottolineato Odone – si aggiunge la brusca interruzione delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro, strumento fondamentale per garantire tutele e recepire i fabbisogni di lavoro portuale, in termini di aggiornamento professionale e ricambio generazionale. A questo punto – ha concluso Odone – non possiamo che prendere atto della situazione, pervasa da una forte miopia istituzionale e delle controparti, confermando l’esigenza di un’azione di mobilitazione in tempi brevissimi».

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento