Il gruppo Maersk diventa socio della Traxens

Il gruppo danese si è impegnato ad ordinare sino a 50.000 dispositivi per il monitoraggio dei container realizzati dall’azienda
Il gruppo armatoriale danese A.P. Møller-Mærsk, leader mondiale nel segmento del trasporto marittimo containerizzato, ha acquisito una partecipazione nella francese Traxens, società che progetta e realizza dispositivi per il monitoraggio da remoto di container intermodali. Con l’operazione il gruppo danese affianca nell’azionariato della Traxens l’elvetica Mediterranean Shipping Company (MSC) e la francese CMA CGM, rispettivamente seconda e quarta compagnia dello shipping containerizzato. Non è stata specificata l’entità della partecipazione del gruppo Maersk nell’azienda francese, se non precisando che il gruppo danese disporrà di diritti di socio analoghi a quelli della MSC e della CMA CGM.
Inoltre con l’operazione A.P. Møller-Mærsk si è impegnata ad ordinare sino a 50.000 dispositivi realizzati dalla Traxens, così come in precedenza effettuato dalla CMA CGM, che è stata la prima ad investire nella Traxenx nel 2012, e dalla MSC, che è diventata socio dell’azienda francese nel 2016.
«Ora che tre delle più grandi compagnie di navigazione del mondo ci supportano – ha sottolineato l’amministratore delegato della Traxens, Jacques Delort, commentando l’ingresso nell’azionariato del gruppo danese – ciò contribuirà ad accelerare il nostro sviluppo a livello internazionale e contribuirà a far diventare la nostra soluzione uno standard di mercato globale per l’intera supply chain».

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento