DB, SBB e FS si impegnano a potenziare il traffico ferroviario sul Corridoio Genova-Rotterdam

Sottoscritta la dichiarazione congiunta “Opportunità Ceneri 2020”
Il gruppo ferroviario tedesco DB, quello svizzero SBB e quello italiano FS hanno sottoscritto la dichiarazione congiunta “Opportunità Ceneri 2020” con cui rafforzano il proprio impegno a potenziare ulteriormente il traffico internazionale su rotaia sull’asse transalpino nord-sud, con l’obiettivo di aumentare la quantità e la velocità dei collegamenti merci e passeggeri, di migliorare la puntualità e di semplificare le procedure di acquisto dei biglietti internazionali.
La dichiarazione è stata siglata in vista della messa in servizio, il prossimo dicembre, della galleria di base del Monte Ceneri con cui verrà ultimata la Nuova Ferrovia Transalpina (NFTA – Alptransit), il più rilevante progetto infrastrutturale ferroviario mai attuato in Svizzera che è dedicato all’ampliamento dei due assi ferroviari nord-sud che attraversano il territorio nazionale, con la realizzazione di una ferrovia di pianura attraverso le Alpi, e che è imperniato sulla costruzione delle tre nuove gallerie di base del Lötschberg, del San Gottardo e del Ceneri.
Tra gli obiettivi fissati nella dichiarazione vi è quello di ridurre fino a due ore la durata del trasporto nel traffico merci sul corridoio Reno-Alpi tra Genova e Rotterdam, con lo scopo di ridurre i costi del trasporto ferroviario e di aumentare la competitività della ferrovia rispetto alla strada. Un taglio dei tempi di trasporto è atteso anche nel traffico passeggeri internazionale, con il tempo di viaggio tra Zurigo e Milano che il prossimo anno dovrebbe ridursi da 3,5 ore a circa tre ore. Inoltre l’offerta sarà ampliata e portata da otto a dieci coppie di treni al giorno e sono previsti anche nuovi collegamenti diretti per Genova e Bologna.
L’impegno assunto da DB, SBB e FS si concretizzerà nel rafforzamento della collaborazione e dei processi di coordinamento tra le ferrovie partner nonché nell’adozione di misure riguardo ai seguenti temi: sviluppo della rete, pianificazione integrata dell’orario, coordinamento internazionale dei cantieri, esercizio, gestione delle perturbazioni e interoperabilità.
«Il nostro obiettivo – ha spiegato l’amministratore delegato di SBB CFF FFS, Andreas Meyer – non è solo quello di aprire una nuova galleria ma anche di aumentare le capacità, di migliorare la puntualità e di ridurre i tempi di percorrenza per merci e viaggiatori».
«Con il completamento della NFTA – ha rilevato il presidente di Deutsche Bahn (DB), Richard Lutz – viene realizzato un ulteriore importante tassello per il corridoio Reno-Alpi, da Rotterdam e Anversa fino a Genova. Questo rappresenta un altro importante miglioramento per i nostri clienti comuni».
«Il gruppo FS Italiane – ha commentato l’amministratore delegato e direttore generale del gruppo ferroviario italiano, Gianfranco Battisti – è parte attiva ed essenziale nella realizzazione del Corridoio ferroviario Rotterdam-Genova. Dopo la realizzazione della Galleria del San Gottardo – ha ricordato Battisti – il Terzo Valico in Italia è il progetto più importante del Corridoio e renderà il porto di Genova la porta Sud d’accesso ai Paesi europei per le merci provenienti da tutto il mondo, che per il 70% si muovono via mare».

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento