Lieve crescita del traffico delle merci nel porto di Savona Vado nel primo trimestre

In aumento rinfuse solide e merci varie
Nel primo trimestre di quest’anno il traffico delle merci movimentato dal porto di Savona Vado è cresciuto del +0,7% essendo ammontato a 3,82 milioni di tonnellate rispetto a 3,79 milioni di tonnellate nel corrispondente periodo del 2018. L’aumento è stato generato principalmente dal rialzo del +14,6% del traffico delle rinfuse solide che si è attestato a 807mila tonnellate, di cui 219mila tonnellate di carboni (-18,2%), 117mila tonnellate di cereali e semi oleosi (-10,8%), 24mila tonnellate di minerali (-52,8%) e 446mila tonnellate di altre rinfuse secche (+75,9%). In lieve incremento anche le merci varie che hanno totalizzato 1,39 milioni di tonnellate (+0,3%), di cui 1,06 milioni di tonnellate di rotabili (-1,2%), 97mila tonnellate di frutta (-19,7%), 106mila tonnellate di merci containerizzate (+60,7%) con una movimentazione di contenitori che è risultata pari a 12.843 teu (-23,8%), 84mila tonnellate di prodotti forestali (+61,6%) e 42mila tonnellate di acciai (-43,0%).
Nei primi tre mesi del 2019 il traffico dei passeggeri è stato di quasi 100mila persone, con un calo del -16,4%, di cui 79mila crocieristi (-19,9%), 11mila passeggeri dei traghetti (-6,1%) e 11mila passeggeri di altri servizi (+4,2%).
Nel primo trimestre di quest’anno l’intero sistema portuale amministrato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, che è formato dal porto di Savona Vado e dal porto di Genova, ha movimentato 16,97 milioni di tonnellate di merci, con una flessione del -5,7%. La diminuzione è stata prodotta dalla contrazione del -7,5% registrata dal solo porto di Genova, mentre relativamente a Savona Vado il traffico è cresciuto del +65,5% nel bacino di Vado Ligure, dove sono state movimentate 599mila tonnellate, mentre è calato il traffico (prodotti petroliferi) nella rada di Vado Ligure (1,62 milioni di tonnellate, -3,3%) e nel bacino di Savona (1,62 milioni di tonnellate, -7,7%).

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento