Avviata in Giappone la fase di progettazione di dettaglio di un sistema a vela per la propulsione navale

Prevede l’installazione di vele rigide telescopiche per convertire l’energia eolica in forza propulsiva
La società di classificazione giapponese Nippon Kaiji Kyokai (ClassNK) ha dato la propria approvazione in linea di principio al progetto Wind Challenger che prevede l’installazione di vele rigide telescopiche a bordo delle navi per convertire l’energia eolica in forza propulsiva, iniziativa che è portata avanti da diverse aziende ed enti giapponesi tra cui il gruppo armatoriale Mitsui O.S.K. Lines (MOL), la società navalmeccanica Oshima Shipbuilding Co. e l’Università di Tokyo. L’approvazione di ClassNK attesta il completamento con successo della fase iniziale di progettazione della struttura e del sistema di controllo della vela.
Inizierà ora la fase di stesura di un progetto dettagliato con lo scopo di arrivare alla costruzione di una nave dotata di questo sistema che, secondo le previsioni, consentirà una riduzione del 5% circa dell’emissione di gas serra sulla rotta marittima che collega il Giappone con l’Australia e dell’8% circa sulla rotta Giappone-costa occidentale del Nord America.

 

 

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento