Presentato il marchio che contraddistinguerà il nuovo container terminal di Vado Ligure

L’approdo di APM Terminals sarà inaugurato il 12 dicembre
 A poco più di un mese dall’inaugurazione di Vado Gateway, APM Terminals Vado Ligure, la società che gestirà il nuovo container terminal del porto di Vado Ligure, ha presentato il marchio che verrà utilizzato per tutte le comunicazioni aziendali e che è composto dal nome del terminal racchiuso sulla sinistra da una gru di banchina, sulla destra dalla prua di una nave e in basso da un’onda stilizzata che sovrasta il payoff “Approda il futuro” che vuole essere anche un buon auspicio per la crescita dei traffici commerciali futuri e la ripresa economica del territorio.
Attualmente il terminal Vado Gateway è al 91% della sua realizzazione e verrà inaugurato il prossimo 12 dicembre. Il nuovo approdo è dotato di una banchina di 700 metri con pescaggio adatto per ospitare anche le mega navi di ultima generazione e sistemi di movimentazione automatizzati e all’avanguardia.
APM Terminals Vado Ligure è di proprietà della società olandese APM Terminals che fa parte del gruppo armatoriale danese AP Moller-Maersk. Da agosto 2015 APM Terminals controlla, sempre all’interno del porto di Vado Ligure, la società Reefer Terminal che ha una capacità annuale di traffico pari a 250.000 teu e vanta un terminal refrigerato 50.000 metri quadri, uno dei più grandi del Mediterraneo, specializzato nello sbarco e stoccaggio di prodotti ortofrutticoli freschi.

 

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento