Rimorchiatori Riuniti Panfido ha ordinato a Rosetti Marino un’innovativa unità per il bunkeraggio di GNL

Prototipo progettato dall’iberica Sener
La veneziana Rimorchiatori Riuniti Panfido ha recentemente ordinato al cantiere navale Rosetti Marino di Ravenna la costruzione di un mezzo navale composto da due unità: una Power Unit da quasi 7.000 CV ed una Cargo Unit per il rifornimento di gas naturale liquefatto alle navi che, nel loro insieme, costituiranno un innovativo sistema combinato per bunkeraggio denominato SBBT (Semi-Ballastable Barge Transporter). Il design di questo prototipo verrà realizzato dalla società di progettazione ingegneristica iberica Sener che ha alle spalle anni di esperienza in progetti legati al GNL.
Le due aziende italiane hanno specificato che la costruzione dell’SBBT fa parte di un gruppo di progetti chiamato Poseidon MED II che è co-finanziato dall’Unione Europea e che ha come oggetto l’innovazione nell’ambito della distribuzione e la produzione del GNL.

La Power Unit sarà dotata di una propulsione Voith-Shneider con una forza di tiro di 65 tonnellate con un motore Niigata duaI-fuel (GNL Gas naturale Liquefatto ed MDC – Marine Dieset Oil) ed avrà una lunghezza fuori tutto di 37 metri. La Power Unit verrà accoppiata ad una Cargo Unit per bunkeraggi delle dimensioni di circa 86,4 per 26,7 metri con una capacità di carico di 4.000 metri cubi di GNL (mantenuto allo stato liquido) e 1.000 metri cubi di gasolio.
L’SBBT opererà principalmente nella zona del Nord-Adriatico, ma sarà anche la prima imbarcazione di questa tipologia ad essere impiegata in tutto il Mediterraneo.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento