Il gruppo giapponese Nidec ha acquisito la società italiana Ansaldo Sistemi Industriali (Asi). La vendita è stata effettuata dall’operatore di private equity Patriarch Partners, gruppo fondato da Lynn Tilton. L’operazione dovrebbe essere completata entro la fine di maggio. La società nipponica non ha rivelato il prezzo pagato per Asi, ma il quotidiano Nikkei ha scritto che la transazione dovrebbe avvenire sulla base di una valutazione del 100% del gruppo italiano pari a 30-40 miliardi di yen, pari a circa 285-380 milioni di euro. Asi evidenzia i numeri più importanti del bilancio 2011: un valore della produzione di 304 milioni di euro, un Ebitda di 26 milioni e un utile netto di 8,9 milioni. Sulla base del range di prezzo indicato da Nikkei, la transazione sarebbe avvenuta ad un multiplo di circa 11-14,6 volte l’Ebitda dell’anno scorso. Secondo l’amministratore delegato di Asi, Claudio Andrea Gemme, «l’acquisizione da parte di un gruppo di primaria importanza e di elevato potenziale tecnologico apre interessanti prospettive di sinergia e complementarietà di prodotti, che ci consentirà di competere con maggiore forza nei mercati internazionali, in un momento particolarmente delicato della congiuntura economica mondiale».