I sindacati Fit-Cisl, Filt-Cgil e Uiltrasporti convocati al Ministero del Lavoro per la procedura di cassa integrazione prevista per 722 marittimi di Tirrenia, hanno ribadito la loro netta contrarietà al provvedimento. Il Ministero del Lavoro, preso atto delle posizioni sindacali ha riconvocato le parti per il prossimo 23 novembre, ultimo giorno utile per un eventuale accordo congiunto. I sindacati, nel confermare lo sciopero già proclamato per lunedì 22 novembre, auspicano “con forza la necessità di un intervento del governo per scongiurare la cassa integrazione”.(Da Maritime Transport Daily Newsletter)