La compagnia tedesca Hapag-Lloyd ha ordinato ai cantieri coreani Hyundai Heavy Industries quattro portacontainer da 13.200 teus, per consegna fra la seconda metà del 2012 e la fine del 2013. Contemporaneamente, la compagnia ha modificato il size di altre sei portacontainer da 8.750 teus ordinate all’inizio del 2008, innalzandolo da 8.750 a 13.200 teus. L’ordine suggella il ritorno alla produttività dell’azienda, che ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con risultati superiori alle migliori aspettative. La decisione assunta rovescia la strategia fino ad ora perseguita, contraria all’acquisto di navi con capacità superiore agli 8.750 teus, che si riteneva consentissero una maggiore flessibilità operativa rispetto alle mega navi già adottate dalle linee maggiori. Le nuove costruzioni saranno impiegate nei servizi fra Asia ed Europa operati nell’ambito della Grand Alliance. Con la fissazione dell’ordine da parte di Hapag-Lloyd, è atteso a giorni anche l’annuncio di nuove costruzioni dello stesso tipo anche per OOCL, suo partner nella Grand Alliance. Nei giorni scorsi, OOCL ha annunciato che quattro nuove costruzioni da 8.600 teus in ordine saranno consegnate nel 2013 con più di sei mesi di ritardo, a causa di ritardi di produzione da parte dei cantieri China Shipbuilding Trading e Hudong – Zhonghua Shipbuilding. Ma è possibile che anche per queste navi venga deciso un incremento della capacità. Con il ritorno alla redditività, Hapag-Lloyd ha anche ricomprato il quartier generale di Amburgo Ballindamm, un’autentica icona dello shipping anseatico. (Da Maritime Transport Daily Newsletter)