d'Amico International
Shipping (DIS), una società quotata alla Borsa Italiana, ha chiuso il bilancio
2011 con ricavi base Time Charter (TCE) $ 187 milioni, utile operativo lordo
(Ebitda) $ 31 milioni (16,6% sul TCE), perdita operativo (Ebit) $ 6 milioni. La
perdita netta è stata di $ 21 milioni con flussi di cassa da attività operative
di $ 29 milioni e indebitamento netto di $ 239,6 milioni. L’Amministratore Delegato
di d’Amico International Shipping Marco Fiori, commenta: ‘Il 2011 ha visto il
permanere di un difficile scenario economico mondiale che ha coinvolto anche il
settore delle navi cisterna. In questo contesto di mercato, DIS ha realizzato
ricavi medi giornalieri sullo spot sostanzialmente stabili durante tutto il
2011, ad eccezione del temporaneo incremento dei noli manifestatosi durante il
secondo trimestre dell’anno. Segnali di ripresa si sono comunque visti verso la
fine del 2011. DIS conferma così la validità del suo equilibrato modello di
business come il modo più efficiente per gestire anche un difficile contesto di
mercato delle navi cisterna, mantenendo allo stesso tempo una solida visione di
lungo termine. Nel corso di tutto il 2011, DIS ha mantenuto un elevato livello
di copertura da contratti a tariffa fissa, tale da generare buoni livelli di
flussi di cassa da attività operative, nonché di consolidare ulteriormente le
ottime relazioni in essere con le principali compagnie petrolifere, che costituiscono,
storicamente, un aspetto essenziale della sua strategia. Nonostante le attuali
difficili condizioni di mercato e grazie al proprio assetto strategico, la
società ha confermato, ancora una volta, la sua capacità di massimizzare i
risultati dell’anno, mantenendo una solida posizione finanziaria e generando
buoni livelli di cassa operativa. L’ottima reputazione, il buon posizionamento
di mercato e la solida posizione finanziaria permettono a DIS di poter guardare
continuamente ad opportunità di crescita esterna, come M&A, acquisizione di
asset selezionati e contratti di noleggio qualora siano giudicati interessanti.
d’Amico International Shipping conferma la propria visione prudente sulle
prospettive del mercato per i primi mesi del 2012, a causa soprattutto delle
incerte condizioni macroeconomiche globali. E’, tuttavia, positiva la visione
di medio – lungo periodo per il mercato delle navi cisterna e per il segmento
delle navi MR in particolare. Dal lato dell’offerta, èattesa, infatti, una
limitata crescita netta di navi per gli anni a venire ed è previsto, allo
stesso tempo, un progressivo consolidamento della capacità di raffinazione al
di fuori dei paesi dell’area OECD, che comporterà l’aumento della domanda di
tonnellaggio per miglia e dei tassi di utilizzo.’