Presso lo stabilimento
Fincantieri di Muggiano si è svolto il varo del “Ganthoot”, primo di due
pattugliatori stealth del programma “Falaj 2” in corso di realizzazione per la
Marina Militare degli Emirati Arabi Uniti in virtù di un ordine del 2010.
L’unità, il cui nome deriva da una zona geografica degli Emirati situata in
prossimità di Abu Dhabi, sarà consegnata nella seconda metà di quest'anno. I
pattugliatori del programma “Falaj 2 sono lunghi 55 metri, larghi 8.60,
potranno superare i 20 nodi di velocità e ospitare un equipaggio di 28 persone.
La loro principale peculiarità è la particolare geometria, che le renderà
difficilmente individuabili ai radar (stealth). Queste unità si distinguono
inoltre per l’elevata flessibilità nello svolgere differenti profili di
missione – che va dall’attività di pattugliamento e sorveglianza all’autodifesa
nei confronti di minacce aeree e di superficie – in scenari operativi nazionali
e internazionali, nonché per gli elevati standard abitativi e di sicurezza. Il
contratto prevede un’opzione da parte della Marina emiratina per ulteriori due
unità gemelle, nonché il trasferimento di tecnologia verso uno stabilimento
locale per la realizzazione di altre unità. A riprova dell’importanza
strategica assunta dal mercato mediorientale e della solida e proficua
partnership avviata con gli Emirati, Fincantieri intende consolidare la società
Etihad Ship Building – costituita in joint venture con Al Fattan Ship
Industries e Melara Middle East, entrambe rappresentate alla cerimonia – che
opera nella progettazione, produzione e vendita di differenti tipi di navi
civili e militari oltre a condurre attività di manutenzione e refitting in loco.