Si
è interrotta la trattativa tra il sindacato e Medcenter (Contship Italia)
sull'applicazione della cassa integrazione nel porto di Gioia Tauro. Le parti,
dopo due giornate di discussione sulla cassa integrazione a rotazione, si erano
concentrate su una delle condizioni poste da Medcenter e cioè livelli di
produttività non inferiori ai 30 movimenti ora. I sindacati Cgil, Cisl, Uil,
Ugl e Sul, sia pure con qualche differenziazione, avevano proposto un’alternanza
di utilizzo dei lavoratori tra le gru o i carrelli e altre attività a terra sul
piazzale. L’azienda si è opposta a questa richiesta ritenendo che inciderebbe
sui costi e sui livelli di produttività ritenuti essenziali. A questo punto il
confronto si è bloccato ed è stato rinviato a data da destinarsi.