Il calo delle vendite a
livello internazionale e il dibattito sulla stabilità dell'Euro non sembrano
intaccare il mercato nautico tedesco che mostra invece segnali di crescita per
il secondo anno consecutivo. E così al Salone nautico Boot di Dusseldorf si
respira aria di ottimismo, con visitatori in aumento del 5% e richieste per
circa 800 metri quadrati di spazi espositivi in più rispetto allo scorso anno.
Secondo Werner Matthias Dornscheidt, amministratore delegato e presidente della
Fiera di Dusseldorf, il settore dei saloni nautici è diventato molto
competitivo per la presenza di eventi durante tutto l'anno, in tutto il mondo,
ma anche a livello nazionale e regionale, e insieme all'industria nautica ha
vissuto un 2011 di grande incertezza. ''Sebbene sia difficile capire quando
usciremo da questa crisi – afferma – il Boot continua a mantenere le proprie
posizioni e rappresenta una tappa quasi obbligata per gli addetti ai lavori e i
potenziali acquirenti''. Negli 11 padiglioni del Boot ci sono in mostra circa
1.700 diverse tipologie di imbarcazioni, dalle canoe ai grandi yacht, di tutte
le misure e per tutte le tasche. Gli espositori tedeschi sono 945, quelli
internazionali 711. Due i padiglioni interamente dedicati agli accessori, ben
tre quelli per la vela, che secondo gli organizzatori sta vivendo un momento
molto positivo. Le barche a motore occupano sei padiglioni con oltre 250
cantieri, dealer e importatori. Al Boot di Dusseldorf non poteva mancare il
lusso: per i circa 50mila visitatori di ''fascia alta'' provenienti
dall'estero, ci sono 40 grandi yacht in mostra, opere provenienti soprattutto
dalla cantieristica italiana che nonostante le acque burrascose, continua a
mantenere la propria leadership indiscussa di questo segmento. Fra le aziende
italiane è presente  per la prima volta nella sua storia, Overmarine Group
con il Mangusta 92 con nuove motorizzazioni, il Mangusta 130, yacht in grado di
raggiungere la velocità di 40 nodi, il Mangusta 165, il più veloce yacht
Maxi-Open di serie del mondo, e il Mangusta 148 Oceano, la nuova navetta
dislocante a triplo ponte.