L’operatore cisterniero Nanjin Tankers del gruppo Sinotrans & CSC, uno dei maggiori della Cina, ha chiuso il 2011 con la perdita netta di 754 milioni di yuan ($ 120 milioni), a fronte della perdita di 18 milioni di yuan del 2010. Il cash flow è stato negativo per 163 milioni di yuan. L’entità delle perdite accumulate in due anni consecutivi ha determinato un ‘warning’ da parte delle autorità della Borsa di Shanghai, che potrebbero sospendere il titolo dal listino. La compagnia opera una flotta di 67 cisterne, incluse 14 VLCC: