Rilanciare e potenziare i
traffici marittimi tra Italia e Ucraina. A questo punta l'accordo bilaterale di
navigazione e trasporto marittimo mercantile tra i due Paesi firmato a Roma,
presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal vice ministro
Mario Ciaccia e dal suo omologo ucraino Vladimir Kornienko. L'accordo è
finalizzato al rafforzamento dei collegamenti tra l'Italia e il Mar Nero e
getta le basi per una migliore cooperazione nell'ambito di numerosi settori
afferenti alle attività marittime e portuali. Sul tema del trasporto merci, si
concordato di sviluppare uno scambio di esperienze al fine di conseguire un
riequilibrio modale a favore del mezzo ferroviario. Sull'autotrasporto, Ciaccia
ha sottolineato come l'Italia abbia già accordato all'Ucraina, per venire
incontro alle sue richieste in vista dell'organizzazione del prossimo
Campionato europeo di calcio, il rilascio per il 2012 di ulteriori 800
autorizzazioni bilaterali per il trasporto merci rispetto ai 15.800 permessi
già stabiliti nell'ultima riunione della Commissione mista tra i due Paesi,
svoltasi a Roma ad aprile dello scorso anno. Kornienko ha annunciato che
l'Ucraina supporterà la proposta italiana per promuovere il trasporto combinato
di veicoli stradali attraverso l'istituzione delle nuove autorizzazioni
multilaterali per il trasporto intermodale di semirimorchi.