Venti toccate in meno rispetto alle 56
previste, con la previsione di traffico che scende da 150 mila a circa 96 mila
transiti, a fronte dei 28 mila dello scorso anno. A Trieste attraccheranno 35
navi di grande capacità, il +70% in più rispetto al 2011. Ma rispetto alle
previsioni, vi è stata la mancata riconferma degli scali di Cunard e P&O,
che dopo aver fatto una doppia prenotazione su Trieste e Venezia, hanno optato
per il secondo. Per Trieste una flessione di 20 scali ad iniziare da quello
previsto per il 7 Aprile, che avrebbe dovuto inaugurare la stagione. Per
Trieste quello di quest’anno sarà per la massima parte un traffico nuovo, non
dirottato da Venezia, conseguente alla scelta di Costa Crociere di Trieste come
home-port. Una scelta che dovrebbe essere confermata anche da MSC Crociere per
il 2013, anche in conseguenza dei limiti che potrebbero essere imposti a
Venezia.