Recependo le recenti linee guida
elaborate dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto che,
dimostrando particolare sensibilità alle problematiche rappresentate da
Federagenti, ha riconosciuto fin da subito che un’applicazione integrale della
disciplina prevista per le navi mercantili era da ritenersi ridondante per navi
che nascono come unità da diporto e comunque restano impiegate, se pur con
finalità commerciali, in un settore economico quale il turismo nautico,
fondamentale per l’economia nazionale, la Capitaneria di Porto di Castellamare
di Stabia ha introdotto  nuove regole per
le navi da diporto adibite a noleggio (commercial yacht) che approdano nei
porti del Circondario Marittimo di Castellammare di Stabia. L’ordinanza, infatti, si propone l’obiettivo di
disciplinare ed uniformare modalità e termini di adempimento di tutte quelle
specifiche formalità richieste in occasione di ogni approdo in un porto
nazionale previste anche per le navi da diporto adibite a noleggio per finalità
turistiche.