Il Tribunale amministrativo di Amburgo ha fermato il progetto di dragaggio del fiume Elba, pensato per consentire l’accesso al porto delle grandi portacontainer di ultima generazione con immersione di 14,5 metri, a prescindere dalle maree. Accogliendo il ricorso presentato da alcuni movimenti ecologisti, il Tribunale ha ordinato l’immediata sospensione di tutti i lavori di dragaggio, stabilendo che la questione richiede ulteriori approfondimenti dal punto di vista tecnico e giuridico. Ottenuta la sospensiva, si dovrà entrare nel giudizio di merito, previsto per i primi mesi del prossimo anno. I terminal di Amburgo movimentano attualmente circa 9 milioni di teu l’anno, ma senza i lavori di dragaggio rischiano di essere messi fuori mercato dalla concorrenza del nuovo JadeWeserPort di Wilhelmshaven. Il Governo della Città Stato di Amburgo va comunque avanti, ed ha presentato l’ultima versione del suo ‘masterplan’ all’anno 2025, nel quale la capacità dello scalo dovrebbe salire a 25 milioni di teu. I terminal Altenwerder, Burchardkai e Tollerort dovrebbe salire ad una capacità complessiva di 14 milioni di teu, mentre il terminal Waltershof di Eurogate avrà una capacità di 6 milioni di teu. I restanti 5 milioni di teu saranno movimentati a Steinwerder.