La società finlandese di mezzi di sollevamento ed attrezzature portuali Cargotec ha annunciato un programma di riduzione del personale, che comporterà la riduzione di 130 posti di lavoro in Finlandia, 35 in Svezia ed 80 in altri Paesi. Gli esuberi saranno 245 a fronte di un’occupazione complessiva di 10.500 addetti. L’operazione rientra all’interno di una ristrutturazione organizzativa, che focalizzerà l’attività aziendale su tre aree di business: marine, terminal ed handling. Nel primo semestre Cargotec ha registrato una flessione del 25% dell’utile operativo, sceso a 78,7 milioni di euro. L’ipotesi di quotazione separata alla Borsa di Singapore delle attività marittime resta in agenda, soggetta alle condizioni del mercato.