Il Consiglio direttivo di Confetra Nord Est, riunito ad Udine, lancia un appello al mondo produttivo per una lotta comune verso il cambiamento. Per il Presidente dell’Associazione, Giulio Bresaola, “la lentezza burocratica limita la nostra competitività e di conseguenza quella delle imprese che affidano a noi le nostre merci soprattutto per le operazioni di import – export. Ogni giorno subiamo incomprensibili lentezze degli sdoganamenti, controlli doganali, sanitari e veterinari che rallentano in modo inaccettabile il flusso delle merci, con costi ed extra costi inaccettabili. Anche perché negli altri porti europei i tempi di transito delle merci sono molto più rapidi”. Sei le richieste di Confetra Nord Est: Sportello Unico doganale, operatività sulle 24 ore per l’invio telematico delle operazioni doganali, un unico Nulla osta sanitario a fronte di un’unica dichiarazione doganale, nuovi obiettivi per l’Agenzia delle Dogane e correzione autonoma per le operazioni telematiche.