La compagnia statale cinese Sinopec ha acquistato una quota del 50% dei depositi di stoccaggio di prodotti petroliferi della società svizzera Mercuria in Olanda, Belgio ed Estonia. Questa operazione consentirà di allargare l’attività della compagnia, con l’invio di prodotti dalla raffineria di Yanbu al mercato europeo. I prodotti raffinati saranno trasportati dalla Cina al Nord Europa con navi di grande capacità. Dai terminal di stoccaggio saranno poi distribuiti nei diversi mercati europei. Un’ipotesi, per ora non confermata da Sinopec, è che dalla raffineria cinese di Yanbu siano spedite in Europa grandi quantità di carburante diesel, un prodotto di cui vi è abbondanza in Asia ma carenza in Europa. L’operazione allargherà per la prima volta le attività di noleggio di navi per prodotti raffinati di Sinopec ad ovest di Suez, mentre fino ad ora l’attività principale consisteva nell’invio di greggio dai Paesi arabi produttori alle raffinerie cinesi. L’investimento di Sinopec per l’acquisto della metà di Vesta Terminals, una società controllata da Mercuria, è stato di 128,6 milioni di euro. I depositi di Vesta ad Anversa, Flushing e Tallinn hanno una capacità complessiva di circa 1,6 milioni di metri cubi di prodotti.