La compagnia cisterniera belga Euronav ha chiuso il terzo trimestre con la perdita di 34,9 milioni, a fronte del rosso di $ 40,1 milioni dello stesso periodo di un anno fa. La perdita netta dei primi nove mesi è però aumentata, dai $ 45,6 milioni di un anno fa a $ 54,9 milioni. L’operatore belga, fra i primi al mondo nel settore delle VLCC con dodici navi, sconta un mercato particolarmente depresso: nel trimestre il 57% dei giorni spot disponibili sono stati fissati a $ 11.500 il giorno, un livello inferiore alle attese degli analisti.