Metrans, una società interamente controllata dalla società terminalistica tedesca HHLA, ha rilevato la società che opera il terminal trimodale del porto austriaco di Krems, sul Danubio. Il terminal garantisce un collegamento diretto fra i porti tedeschi di Amburgo e Bremerhaven e la regione economica della bassa Austria. Il raccordo parte da subito con tre treni la settimana fra Krems, Amburgo e Bremerhaven, con la possibilità di incrementare la frequenza a cinque treni la settimana. La Metrans, che gestisce sette inland terminal, collega i porti tedeschi e quello di Rotterdam con il mercato interno e con Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Austria. In Adriatico opera collegamenti con il porto di Koper, in Slovenia. Inoltre, HHLA ha avviato la ristrutturazione della sua divisione intermodale assumendo l’intero controllo dell’operatore polacco di treni blocco container Polzug. La società tedesca ha acquistato il 25,5% di Polzug detenuto dalla società ferroviaria statale PKP Cargo. Lo scorso anno Polzug ha trasportato circa 90.000 teu fra il porto di Amburgo ed i terminal di distribuzione polacchi. Focalizzando la sua attività sulle aziende delle quali detiene l’intero controllo, la scorsa primavera HHLA aveva ceduto la sua quota nell’operatore di treni blocco Transfracht.