Ignazio Messina, con sentenza di primo grado del 12 luglio 2010, era stato dichiarato colpevole per diffamazione a mezzo stampa a danno dell’ex Presidente dell’Autorità Portuale Giovanni Novi e condannato alla pena di 2.000 euro di multa, oltre al pagamento delle spese processuali, e in sede civile al risarcimento del danno morale, liquidato in via equitativa in 40.000 euro, e al rimborso delle spese processuali, liquidate in 9.000 euro per onorari, oltre spese generali, come per legge. La Corte di appello di Genova ha riformato integralmente la sentenza di primo grado assolvendo Ignazio Messina perché il fatto non sussiste. Nell’udienza dello scorso luglio Ignazio Messina dichiarò di non avvalersi della prescrizione.