Il sindaco Alessandro Cosimi e il presidente dell’Autorità portuale, Giuliano Gallanti, hanno incontrato i sindacati sul tema delle crociere, mentre i lavoratori della Porto di Livorno 2000 hanno effettuato un sit-in di protesta sotto alle finestre di Palazzo Civico. I lavoratori chiedono rassicurazioni al Comune e all’Autorità portuale perché si risolva una volta per tutte il problema degli accosti. Cioè che si dia finalmente attuazione alla zonizzazione prevista nel nuovo piano regolatore del porto che destina definitivamente la banchina dell’Alto Fondale alle crociere, spostando i traffici commerciali della cellulosa al Molo Italia, che però attualmente necessita di dragaggio. I lavoratori della Porto 2000 chiedono dunque di gestire in via privilegiata gli accosti dell’Alto Fondale, oggi in concessione alla Compagnia per i traffici forestali. Ma la stessa cosa, a parti invertite, chiedono anche i portuali dopo il caso dei cargo rimasti la settimana scorsa in rada in attesa dell’uscita delle navi da crociera. La Filt Cgil denuncia l’«immobilismo degli ultimi due anni» che avrebbe creato «un enorme divario competitivo con le altre realtà». E in termini di razionalizzazione delle aree portuali e sinergia tra gli operatori, è tornata a chiedere di «passare dalle idee alle azioni».