Nei primi nove mesi dell’anno il porto di Venezia ha movimentato 18.677.473 tonnellate di merci, il 7,2% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Per le rinfuse liquide la flessione è stata del 5,6% a 8.084.037 tonnellate, di cui 3.211.059 tonnellate di greggio (-11,4%), 3.876.116 tonnellate di prodotti raffinati (-0,9%) e 996.862 tonnellate di altre rinfuse liquide (-3%). Il carico secco ha registrato una flessione del 9,8% a 4.662.146 tonnellate. In crescita del 49,2% a 1.700.170 tonnellate il carbone, dell’11% a 474.081 tonnellate i minerali, mentre sono stati in flessione cereali (276.393 tonnellate -54,9%), mangimi (962.884 tonnellate -6,6%), fertilizzanti (4.421 tonnellate -74,4%) le altre rinfuse (1.253.197 tonnellate -36,1%). In flessione del 7,3% a 5.931.289 tonnellate le merci varie, di cui 3.087.996 tonnellate containerizzate (-10,2%). La movimentazione container è stata di 320.414 teu (-4,7%). Il traffico dei passeggeri è stato di 1.643.537 persone (-10,4%), di cui 1.410.389 crocieristi (+0,2%)