La compagnia greca Eagle Bulk, quotata al Nasdaq, ha chiuso il primo trimestre con la perdita di $ 17,4 milioni, in forte aumento rispetto ai $ 5,8 milioni dello stesso periodo 2011. Il 22 Maggio Eagle effettuerà un ‘reverse stock split’ nella proporzione di 1 per 4. Di fatto, si tratta di un artificio per aggirare il prezzo minimo imposto per il mantenimento della quotazione in Borsa. Al 31 Marzo il debito di Eagle Bulk ammontava a circa $ 1,2 miliardi.