In occasione di un dibattito pubblico tenuto a Trieste, Pierluigi Maneschi, Presidente di Italia Marittima e a capo del gruppo che gestisce il terminal container, si è dichiarato contrario all’allungamento del Molo VII, troppo costoso, ma favorevole a spostamento del terminal ferroviario e riempimento dello spazio fra i moli V e VI, abbattimento dei magazzini multipiano, sviluppo della piattaforma logistica e creazione di un polo crocieristico in Porto Vecchio.