Il gruppo Chevron ha firmato il contratto di fornitura per due impianti trattamento acqua di zavorra (Ballast Water Treatment – Bwt) prodotti dalla OceanSaver destinati a due petroliere Suezmax per operazioni d’allibo che saranno consegnate alla Chevron Shipping in Corea a metà 2014. L’aspetto focale che ha determinato il criterio di scelta è stato il Total Cost of Ownership (Tco) che, per una nave destinata a compiere centinaia di operazioni di allibo in un anno, rappresenta un fattore significativo. OceanSaver, che in Italia opera in partnership con Consilium, è stata in grado di dimostrare che il modello di costo proposto bilanciava perfettamente l’equilibrio fra l’investimento iniziale per l’acquisto dei sistemi e costo operativo nel lungo termine. Il sistema Bwt OceanSaver rappresenta una soluzione efficace per il trattamento di acque di zavorra di diversa qualità e salinità. Il processo si basa sulla disinfestazione dell’acqua di zavorra dopo il filtraggio, attraverso la generazione di ossidanti prodotti da un’apposita unità alimentata dall’acqua di mare stessa. Questa tecnologia, unica nel suo genere, fornisce un mix di ossidanti che hanno un’azione molto efficace e di durata rapida. La quantità di ossidanti residui viene ridotta fino ad eliminazione in poche ore e la neutralizzazione durante il de-zavorramento viene raramente richiesta. Oltre al processo di neutralizzazione, particolare attenzione è stata posta sulla qualità dei singoli componenti del sistema che rispondono ai più stringenti requisiti di installazione e di impiego. Nel caso di lightering tankers, il sistema può essere utilizzato nell’arco di due anni un numero di volte superiore a quello di una tradizionale VLCC per il suo intero periodo di vita. OceanSaver ha attualmente 52 sistemi Bwt in ordine e sette già operativi. Il sistema è approvato dal DNV (Det Norske Veritas) ed ha ulteriori approvazioni in corso.