Il gruppo russo Fesco ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con il trasporto di 308.595 teu, il 9% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’incremento nei traffici internazionali è stato del 13% a 257.707 teu, quello nei traffici domestici del 10% a 50.888 teu. Il traffico intermodale è stato di 151.193 teu (+5%) a cui si aggiungono 35.917 teu (+38%) di carichi refrigerati. I servizi ferroviari del gruppo sono cresciuto dell’8% a 198.973 teu, cui si sommano 18,5 milioni di tonnellate (-4%) di carichi non containerizzati.