A causa della flessione nelle prospettive di crescita la HHLA, maggiore società terminalistica di Amburgo, ha risotto gli investimenti per quest’anno da 250 a 200 milioni di euro. La riduzione riguarda in maniera trasversale tutti i terminal dell’azienda pubblica, che ha registrato notevoli flessione sia del fatturato, sceso del 27% a 847 milioni di euro, che del margine operativo, soprattutto a causa delle perdite legate alla divisione intermodale.  Fra Gennaio e Settembre la movimentazione nei terminal di Amburgo ed Odessa ha registrato un incremento dell’1,9% a 5,4 milioni di teu.