Saltano i finanziamenti fino al 30 giugno 2013 per i collegamenti marittimi tra Lazio, Campania e Sardegna e le loro piccole isole “nelle more del completamento del processo di privatizzazione”. L’emendamento al decreto sviluppo, su cui c’era accordo in commissione Industria del Senato, stanziava 21.778 milioni per il 2013 (oltre a circa 18 milioni per il 2012), previa indizione delle nuove gare di appalto ma è stato bocciato dalla commissione Bilancio. Ora la Commissione Industria è al lavoro per cercare una soluzione. Si tratta delle compagnie di navigazione regionali di Campania, Lazio e Sardegna, rispettivamente Caremar, Laziomar e Saremar, per le quali non sono ancora state indette le gare di appalto, e per le quali, lo scorso giugno è arrivato l’invito da parte della Commissione europea ad adeguarsi alla normativa comunitaria sugli appalti pubblici, una volta scaduti i termini dei contratti in corso scaduti, nel caso, a fine 2008 e prorogati automaticamente.