Dopo sei trimestrali consecutive in rosso, la compagnia israeliana Zim ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di $ 16 milioni a fronte della perdita netta di $ 66 milioni registrata nello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi hanno registrato un incremento del 9% a $ 1 miliardo, con rate di nolo medie cresciute su base annua del 10% a $ 1.444 per teu ma con volumi trasportati in flessione del 4% a 617.000 teu. Il margine operativo è stato positivo per $ 81 milioni di rispetto al rosso di $ 63 milioni di un anno fa. La perdita dei primi nove mesi è stata di $ 194 milioni a fronte di ricavi per $ 2,9 miliardi. Rispetto ai primi nove mesi del 2011 il passivo operativo è diminuito da $ 149 a $ 35 milioni.